Your browser does not support JavaScript!
Home > Seminari ed eventi  >  2018  >  AgriAcademy di Ismea, a Bari vince il progetto B-LAND

AgriAcademy di Ismea, a Bari vince il progetto B-LAND

 

Bari, 18 novembre 2018 - Ad aggiudicarsi la tappa di Bari di AgriAcademy è B-Land, da un'idea presentata da Nadia Savino e messa a punto con il contributo del lavoro di 10 giovani innovatori del settore agrifood (Marco Bellè di Messina, Angelo Santoro di Bari, Alessia Ametta, Manuela Ariano e Sabino Ammollo di Foggia, Luca Vita di Roma, Vincenzo Cori di Teramo, Giovanni Pirillo e Salvatore Angelica di Reggio Calabria e Damiano Cracolici di Palermo). "B-Land "vivi la terra, sostieni il territorio" è un'idea di realizzazione di un hub che raggruppa aziende diverse, per offrire prodotti e servizi per turisti giovani e tecnologici che cercano esperienze di vacanza personalizzate attraverso i social. Degustazioni, visite guidate, didattica e percorsi gastronomici, organizzate attraverso una piattaforma web che offre un assistente virtuale per viaggi ad hoc, centrati sul territorio campano e pugliese, e costruiti sulle caratteristiche del cliente che fornisce i suoi gusti e preferenze attraverso la profilazione al portale. Il progetto prevede inoltre che una parte dei ricavi dell'attività venga devoluta alla riqualificazione del territorio, che potrà essere seguita attraverso la realtà aumentata grazie a un'app.

A guidare i giovani agricoltori a questo risultato finale, non solo il team di #Ruralhack, condotto da Alex Giordano, e dei mentor dell'Osservatorio SmartAgrifood che seguono tutto il progetto AgriAcademy, ma anche le testimonianze e gli spunti di Osvaldo De Falco, fondatore di Biofarm.com, la piattaforma per mettere in rete produttori di frutta e avvicinare i consumatori attraverso l'adozione di alberi da frutta.   

Per i vincitori, ora, la possibilità di essere seguiti passo dopo passo dalle Università partner del progetto AgriAcademy nella realizzazione del loro progetto. 

Ecco invece la proposta degli altri 3 finalisti:

Crunchy Nature, un'idea di produzione di barrette e prodotti monodose per merende e aperitivi realizzati con frutta e ortaggi disidratati bio, realizzati nel territorio in modo naturale e senza aggiunta di zuccheri e additivi. 
Da un'idea di Daniela di Garbo.

Gusti d'Italia, è un progetto di marchio collettivo che mette in rete più agricoltori e li valorizza sotto il mantello di un unico brand finalizzato a promuovere prodotti pugliesi di qualità, certificati da una vera e propria carta d'identità. Per tutelare il consumatore finale, ma soprattutto per promuovere le produzioni locali con un progetto di rete di maggior forza e impatto, in grado di guardare con più forza a mercati nazionali e internazionali.
Da un'idea di Rosa Pileri di Bari, Vincenzo Crescente di Grottaglie (TA), Francesco La Porta di Barletta e Giuseppe Fanizzi di Conversano (BA).

Nutrieutica è un progetto di cura e salute che si realizza attraverso la produzione di prodotti sani e dall'alto valore nutrizionale, per amanti del wellness e per chi ha poco tempo per cucinare, realizzati con l'utilizzo di micro-ortaggi. Il team ha ideato un carrello di prodotti nutraceutici che si vende in farmacia e parafarmacia, per chi ha una vita veloce ma non vuole rinunciare alla genuinità dei prodotti.
Da un'idea di Milena Mastropierro di Bari, Stella Algieri di Cosenza e Costantina Tavani di Foggia.

 
 
Volete essere aggiornati su tutte le novità riservate all'imprenditorialità Giovanile in Agricoltura?